All’apparenza potrebbero sembrare banali cunicoli e gallerie scavate nel sottosuolo, simili alle tane di qualche animale ma le Città dei Nani sono tutt’altro che banali.

Caratteristiche delle Città dei Nani

Ogni popolazione ha le sue particolarità ma esistono dei tratti che accomunano tutte le Città dei Nani.
Solitamente sono scavate sotto catene montuose e si estendono, su più livelli, sotto tutta l’area.
Perchè una catena montuosa sia ritenuta idonea a ospitare una popolazione di Nani è necessario che nelle profondità della terra sia possibile estrarre minerali preziosi. I Nani sono un po’ avidi per natura e non sono interessati a vivere sotto un monte da cui possono estrarre solo argilla o tufo.
L’estrazione dei materiali li porta quindi a scavare sempre più a fondo, creando nuovi livelli di tunnel e abitazioni.
Le più grandi e fiorenti Città dei Nani presentano anche delle balconate di pietra, costruite sui versanti dei monti, per sorvegliare la zona dall’alto.
All’interno invece, i Nani sono soliti adibire ampi spazi per la creazione di fucine, che restano costantemente accese e raggiungono temperature incredibili. Grazie a queste alte temperature i Nani sono in grado di lavorare qualsiasi materiale con facilità. Vi sono inoltre numerose ampie sale, dai soffitti altissimi, che mediante degli appositi sfiatatoi, consentono un facile ricircolo dell’aria che altrimenti sarebbe pesante e umida.
La sala del trono, dove risiede il Signore dei Nani, a volte coincide con la sala del tesoro, dove vengono accumulate tutte le ricchezze del popolo. Le varie abitazioni degli abitanti invece, sono sparse qua e là, scavate e rifinite nella pietra.
Grazie ad abili giochi di specchi e luci i Nani sono in grado di mantenere una parziale luminosità anche nelle zone più profonde. La loro abilità naturale gli consente comunque un’ottima visuale anche in condizioni di penombra.

Sala del Trono

La Sala del Trono può avere dimensioni variabili ma è caratteristica comune a tutte le Città dei Nani che il trono stessa venga posto in un punto rialzato rispetto al resto della sala. Il motivo è legato all’altezza dei Nani perché in questa sala vengono ricevuti gli ospiti e gli stranieri e il Signore dei Nani deve trovarsi nel punto più alto così che nessuno possa guardarlo dall’alto verso il basso.

Sala del Tesoro

A volte combacia con la Sala del Trono (in questo caso assai ampia). Si tratta di un’enorme stanza, dal pavimento scosceso e dagli alti soffitti, dove si conservano tutte le ricchezze del popolo. A decidere come usare queste ricchezze è il Signore dei Nani che, solitamente, si impegna per conservarle e farle fruttare. Le Sale del Tesoro delle Città dei Nani sono uniche in tutta Meramia per dimensioni e quantità di ricchezze al loro interno. La grande quantità di monete, gemme e preziosi, raccolti insieme, sembra brillare di luce propria. I Nani sono molto orgogliosi e gelosi del proprio tesoro.

Abitazioni

Le Abitazioni sono scavate nella roccia. Solitamente ogni Nano provvede a scavare la propria Abitazione. E’ facile che in una stessa Città dei Nani si trovino Abitazioni molto diverse tra loro per rifiniture e fregi.
Alcuni Nani non hanno interesse a rendere le loro Abitazioni accoglienti ed eleganti e, in questo caso, si accontentano di mettere in comunicazione antri abbandonati di vecchie cave.
I Nani usano le abitazioni solo per dormire e passano il resto del giorno a estrarre minerali o lavorarli nelle fucine.

Le Fucine

Le Fucine sono illuminate quasi a giorno da una grande quantità di materiali incandescenti che i fabbri si preoccupano di tenere costantemente ben caldi. Il battere dei martelli sui metalli e sulle incudini può essere fastidioso all’inizio ma rimanendo a lungo ospiti in una Città dei Nani si finisce con il trovarlo quasi musicale. Vivendo sotto terra i Nani non fanno differenza tra notte e giorno per cui quando un Nano va a riposare un altro prende il suo posto alla fucina e così il calore, la luminosità e il battere dei martelli rimane costante. L’abilità dei Nani nella lavorazione dei materiali e di prima classe.

L’Esterno

L’Esterno è quanto di più diverso possiamo trovare tra le varie Città dei Nani. Alcune città hanno costruito imponenti muraglie difensive, altre hanno preferito non erigere una difesa esterna ma creare un livello difensivo all’interno dei tunnel più esterni creando trappole e labirinti.
In alcune città le balconate di sorveglianza sono ben mimetizzate, in altre non solo sono visibili e lungo le pareti rocciose i Nani hanno scolpito enormi statue dei loro antenati.

One thought on “Città dei Nani”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *