Le antiche miniere di Ortom sono situate nella parte Ovest della Costa del Fuoco, nell’estremo Sud di Barrachella.

Storia delle Antiche Miniere di Ortom

Nessuno sa chi e quando abbia scavato questi tunnel. Le pagine della storia, relative a questo luogo, iniziano nella terza era, subito dopo la Guerra Ardente. Durante tale guerra eserciti di Eriin, Nani ed Erinani si batterono insieme e, grazie al valore dimostrato in battaglia da Umion Barbapece, ai Nani di Groonod venne donata la custodia delle miniere.

Stato attuale delle Antiche Miniere di Ortom

Molto poco si sa sulle Antiche Miniere di Ortom. L’area circostante e persino i monti sotto cui sono scavate, sono costantemente sorvegliate da Nani ben armati e attenti. L’accesso a questi luoghi è proibito a chiunque non abbia il permesso da parte del Tridente Prezioso. Si dice che le miniere siano piuttosto ricche di minerali rari ma che il vero motivo della riservatezza dei Nani non siano i minerali estratti, bensì qualcosa che giace nelle profondità della terra. Alcuni raccontano che nei livelli più profondi risieda una bestia del mondo antico dormiente, che non deve essere destata, altri parlano di un’arma arcana, dalla potenza inaudita, capace di distruggere un intero continente. Nessuna di queste voci, tuttavia, pare avere basi fondate o documentazioni affidabili. L’unica cosa certa è che i Nani sono estremamente gelosi di queste miniere e non hanno mai concesso ad altri l’accesso.

Qualità nelle Antiche Miniere di Ortom

– Qualità molto alta –
Minerali estratti: molto alta

Livello di Pericolosità nelle Antiche Miniere di Ortom

– Pericolosità molto alta-
Non viene concessa alcuna pietà a chiunque tenti di entrare nelle miniere senza il permesso del Tridente Prezioso

Razze nelle Antiche Miniere di Ortom

100% Nani

Lingue nelle Antiche Miniere di Ortom

Nanesco 100%
Lingua di via 10%
Elfico 10%
Orchesco 5%
Altre 5%

One thought on “Antiche Miniere di Ortom”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *